Intervista alla modella Francesca L.

intervista_Francesca_L_1Nata a Schio il 4 gennaio 1987, Francesca ha scoperto l’amore per la moda a soli 5 anni frugando negli armadi della mamma. Lei ha fatto di una passione un mestiere ed oggi è con noi per raccontarsi.

 

– Quando è iniziata la tua passione per la moda?
– L’amore per la moda è sempre stato in me, ma se dovessi scegliere un momento penso a quando, a cinque anni, rubavo tacchi e trucco a mia madre.


– La tua carriera ti vede protagonista in molti settori: dalla fotografia allo spettacolo. In quale di questi campi ti senti maggiormente a tuo agio?

– Sono nata come modella di fotografia ed è la forma d’arte che prediligo, perché con uno scatto puoi fermare un momento e creare un’emozione unica.

 

– Hai posato per Playboy diventando Miss Aprile 2009. Questa esperienza ha cambiato il tuo rapporto con la fotografia?
– È stata un’esperienza nuova, diversa, ma non ha cambiato il mio rapporto con la fotografia.

 

– Sei apparsa in “La pupa e il secchione”, ora quali sono i progetti che ti vedono impegnata? Hai idee per il tuo futuro lavorativo?
– Se sono conosciuta è grazie a questo programma, ma la mia esperienza non si riduce a “La pupa e il secchione”. Ho partecipato a vari spot televisivi, ho fatto la co-conduttrice, la valletta, ho presenziato in molti video musicali e ho avuto l’occasione di recitare al fianco di Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti. Ho molti progetti lavorativi, ma il mio desiderio più grande è diventare madre.


– Guardando le tue foto traspare una grande disinvoltura, ma nel tuo privato sei una persona molto riservata. Come riesci a coniugare le tue due anime?

– Più che di disinvoltura io parlerei di professionalità. Io faccio molto nudo artistico e se non fossi professionale, dovrei certamente fare un altro mestiere.

intervista_Francesca_L_2
– Per concludere domando anche a te, come ultima richiesta, di dare un consiglio alle ragazze che vogliono iniziare a lavorare in questo mondo.
Vorrei essere il più diretta possibile, così che il messaggio arrivi chiaro: è un mestiere difficile, che un giorno ti fa piangere ed il giorno dopo ti riempie di gioia. È un mondo pieno di imbonitori, ma ci sono anche persone serie e professionali. Solo la forza di volontà e la voglia di fare ciò che si ama ti fa andare avanti e non il desiderio di fare soldi facili, perché di quelli, oramai, non ce ne sono più. Bisogna riuscire a riconoscere per cosa vale la pena faticare e che cosa invece è solo una facile scelta che ti fa cadere nella folla. Se penso a me, mi dico che avrei dovuto ripetermi più spesso il detto “frate modesto non fu mai priore”!

 

– Grazie Francesca per le tue parole e i tuoi consigli. Ti facciamo un grande in bocca al lupo per il tuo futuro.

 

EmotionModels – redazione: Eleonora G.